Post

regolazione minimo

Immagine
Al minimo, il carburatore fornisce solo la miscela necessaria per mantenere il motore in funzione a regimi molto moderati. Il motore ha bisogno solo di una piccola quantità di aria quando gira al minimo e il cursore dell'acceleratore dovrebbe quindi essere quasi completamente chiuso.
A monte della slitta c'è solo un vuoto debole, insufficiente per far sì che il circuito principale fornisca un'emulsione di carburante, mentre a valle della slitta c'è un vuoto più forte che attiva il circuito inattivo; i circuiti inattivi sono progettati con una vite di regolazione della miscela o con una vite di regolazione dell'aria. Verificare che il cavo dell'acceleratore abbia circa 1 mm di gioco libero quando lo scivolo è completamente chiuso. Regolare sempre l'impostazione del minimo con il motore completamente caldo.

Avvitare la vite del minimo (4) per ottenere un regime minimo leggermente superiore al normale (circa 1200 giri / min per un motore a quattro tempi o circa…

Partenza da freddo

Immagine
Partenza da freddo

Sebbene di solito non vi siano difficoltà ad avviare il motore quando è caldo, è necessario modificare leggermente la carburazione quando il motore è freddo.
A partire dal freddo, il carburatore deve fornire una miscela di carburante abbastanza ricca da produrre nei cilindri un rapporto di miscela molto vicino al rapporto stechiometrico; a causa della bassa temperatura del motore, gran parte del carburante non si atomizza completamente o non si condensa sulle porzioni fredde dei tratti in entrata e dei cilindri stessi.
Dovrebbe quindi essere chiaro che, al momento dell'accensione, è il rapporto carburante-aria effettivo che raggiunge il cilindro che è importante e non la quantità di carburante, nebulizzata o meno, erogata dal carburatore.



3.3.1. Circuito di avviamento indipendente.











Si chiama indipendente perché il dispositivo di avviamento funziona con un proprio circuito comprendente un getto di avviamento, un tubo di emulsione e una valvola di avviamento (fig. 15)
A…

carburatori caratteristiche

Immagine
2. CARATTERISTICHE

2.1 Schema del carburatore e parti principali






1 - presa d'aria
2 - valvola a farfalla
3 - ago conico
4 - atomizzatore e ago
5 - getto principale
6 - dispositivo di avviamento
7 - venturi
8 - vite di regolazione della velocità del minimo
9 - vite di regolazione della miscela del minimo
10 - getto di avviamento
11 getto del getto
12 - sfiato della camera del galleggiante
13 - raccordo del banjo di ingresso del carburante
14 - valvola a spillo
15
- galleggiante 16 - camera del galleggiante





Figura. 1


2.2 Campi operativi. Schema delle fasi durante l'esecuzione

Figura. 2
La figura 2 mostra la sezione di un venturi in base ai periodi di funzionamento regolati dall'apertura della valvola a farfalla. In ogni fase di funzionamento, è possibile variare e selezionare l'impostazione ottimale.

Nella fase di inattività, il circuito del minimo e la regolazione del minimo sono impostati con la vite della miscela e la vite del minimo.

Nella fase di progressione "B", l'erogazio…

effetto venturi

Immagine
L'effetto venturi
Nel carburatore, il venturi è la parte che consente la conversione di parte dell'energia cinetica dell'aria che passa attraverso l'energia in pressione.

Di solito lo starter è a forma di tubo con una sezione venturi convergente-divergente; nella sezione o gola ristretta, la pressione dell'aria si abbassa, causando un afflusso di carburante verso l'alto attraverso i getti e gli orifizi.

Nei carburatori con ago conico, non vi è alcun strozzamento reale ed è consuetudine chiamare la canna di aspirazione principale lo strozzatore.



Figura. 7La slitta dell'acceleratore è montata nella canna principale e il carburante viene erogato dai vari circuiti durante i diversi periodi di funzionamento.



3.1.1 Selezione della corretta dimensione dello starter del carburatore


Figura. 8Nel carburatore ad ago conico, la dimensione dello starter è il diametro della sezione immediatamente a monte o a valle della valvola a farfalla e le sue dimensioni sono espresse sull…

sistema alimentazione

Immagine
3.2 Sistema di alimentazione
Prima di tutto, assicurarsi che, con il motore acceso, il carburante fluisca continuamente dal serbatoio al carburatore poiché le vibrazioni del motore o dalla superficie della strada potrebbero ridurre il flusso di carburante.



fig.9


Si consiglia pertanto di utilizzare rubinetti e tubi del carburante di dimensioni adeguate.
Inoltre, controllare che il filtro del carburante (5) nel bocchettone di raccordo (4) del carburatore sia pulito. Il carburante dal serbatoio alimenta il carburatore (fig.9) attraverso una valvola in cui opera un ago controllato da galleggiante (2).

La valvola di ingresso ha una sede della valvola in ottone inserita (6) in cui la valvola a spillo (7) regola l'ingresso del carburante, spinta verso l'alto dal galleggiante mediante la forcella del galleggiante (8) fino a quando il carburante ha raggiunto il livello specificato.
Durante il funzionamento del motore, ciò fornisce un livello di carburante costante nella camera del galleggian…

partenze a freddo

Immagine
3.3 Partenza da freddo

Sebbene di solito non vi siano difficoltà ad avviare il motore quando è caldo, è necessario modificare leggermente la carburazione quando il motore è freddo.
A partire dal freddo, il carburatore deve fornire una miscela di carburante abbastanza ricca da produrre nei cilindri un rapporto di miscela molto vicino al rapporto stechiometrico; a causa della bassa temperatura del motore, gran parte del carburante non si atomizza completamente o non si condensa sulle porzioni fredde dei tratti in entrata e dei cilindri stessi.
Dovrebbe quindi essere chiaro che, al momento dell'accensione, è il rapporto carburante-aria effettivo che raggiunge il cilindro che è importante e non la quantità di carburante, nebulizzata o meno, erogata dal carburatore.



3.3.1. Circuito di avviamento indipendente.











Si chiama indipendente perché il dispositivo di avviamento funziona con un proprio circuito comprendente un getto di avviamento, un tubo di emulsione e una valvola di avviamento (fig. …

ELENCO REGISTRI STORICI

ELENCO REGISTRI STORICI  di seguito ho raccolto i links dei REGISTRI STORICI dei principali costruttori italiani.
Registro Storico FMI:
http://www.federmoto.it/specialita/registro-storico/ Registro Storico Ancillotti:
http://www.registrostoricoancillotti.it
Referente: Alfredo Gramitto Ricci Registro Storico Aspes:
https://www.registrostoricoaspes.it/ Officine Benelli:
http://www.officinebenelli.it/officine/italiano/ Registro storico bianchi
http://www.registrostoricobianchi.it/le_moto.html Beta Vintage:
http://www.betavintage.com/ Registro Storico Cagiva:
http://www.cagivaclubitalia.com/ Ducati:
http://m.ducati.it/storia/modelli_storici/index.do Fantic Motor Legend:
http://www.fanticmotorlegend.it/ Sito Ufficiale Gori:
http://www.motogori.it/ Registro Storico Lambretta:
http://www.lambrettaclubitalia.it/registro-storico.html Archivio Storico Laverda:
http://www.laverdastoria.com/ Moto Guzzi Vintage:
http://www.motoguzzi.com/it_…/tradizione/moto-guzzi-vintage/ Registro storico moto Mor…